Trova
Stampa
Ricerca dei rivenditori
load google maps

Argomenti principali

24.02.2016

Lubrificanti speciali per l'industria dei prodotti da forno

La produzione industriale di prodotti da forno richiede le massime prestazioni sia ai processi interni sia agli impianti dei grandi panifici e biscottifici moderni.

Sicurezza per i consumatori e di processo grazie ai lubrificanti di alta efficienza certificati

Una produzione stabile in modalità 24 ore / 7 giorni, le condizioni di impiego estreme, i severi standard di igiene e i brevi tempi di pulizia e di manutenzione sono le sfide centrali per i gestori degli impianti di produzione nell'industria dei prodotti da forno.

Grazie alla sistematizzazione dei loro processi, la maggior parte dei grandi panifici e biscottifici moderni sono altamente automatizzati. I nastri trasportatori e a rulli e altri dispositivi di trasporto trasportano automaticamente materie prime, pezzi di pasta, prodotti da forno semilavorati e finiti tra le diverse stazioni di produzione all'interno degli impianti, per cui in tali stabilimenti, oltre ai componenti classici come pompe, riduttori, soffianti, compressori pneumatici e sistemi idraulici, si impiegano spesso anche componenti di macchine come catene e cuscinetti volventi e radenti.

Lubrificanti per grandi panifici e biscottifici

I lubrificanti speciali esattamente su misura per questi componenti e applicazioni e che non solo soddisfano esigenze tecniche ma anche obblighi di legge vigenti per i lubrificanti impiegati nell'industria alimentare, contribuiscono in maniera decisiva e cruciale alla realizzazione di un processo efficiente nella produzione di prodotti da forno.

L'elevata umidità e la presenza di grandi quantità di polvere e le temperature di esercizio molto alte o molto basse rappresentano condizioni di funzionamento quasi proibitive per gli impianti di produzione dei grandi panifici e biscottifici. Per questo anche in questi stabilimenti una lubrificazione affidabile di tutte le parti di macchine in movimento è irrinunciabile al fine di prevenire l'usura e la corrosione.

Una lubrificazione assente o insufficiente porta non solo a periodi di fermo non pianificati degli impianti e a interruzioni impreviste della produzione, ma anche ad costi di produzione maggiori dovuti alla maggiore usura, al maggior consumo di energia e al maggior volume di costi per la manutenzione ordinaria.

Oltre a ciò, i prodotti da forno non devono presentare residui di lubrificanti derivanti, ad esempio, dal gocciolamento dai punti di lubrificazione. Per il caso di contatto accidentale con gli alimenti si deve assicurare che vengano impiegati solo lubrificanti fisiologicamente innocui per la produzione e la trasformazione dei prodotti alimentari.

Lubrificanti fisiologicamente innocue

Secondo ISO 21469, il criterio più importante per la scelta dei lubrificanti per le aziende che producono e trasformano alimenti è l'omologazione del lubrificante da parte della NSF (National Sanitation Foundation) degli USA. Si devono impiegare NSF H1 quando, in caso di guasto, non si può completamente escludere il contatto con gli alimenti nel settore di produzione. Si possono impiegare lubrificanti NSF H2 quando il contatto con gli alimenti è tecnicamente escludibile a priori.

Criteri tecnici di scelta

Gli ulteriori criteri di scelta si orientano al tipo di componenti di macchine e di impianti da lubrificare e alle condizioni ambientali e di impiego, ad esempio alle temperature di esercizio, alle velocità di transito e alle quantità reali di umidità e di polvere.

A causa degli alti requisiti, specialmente nel campo di temperatura di impiego e in relazione all'innocuità fisiologica, i lubrificanti per la tecnologia alimentare si basano spesso su oli base sintetici di qualità a ci si aggiungono additivi speciali con caratteristiche ottimali per il campo di applicazione specifico.

Pulizia ottimale di macchine e di componenti di impianti

La pulizia di aree di produzione con presenza di farine e di impianti sensibili all'acqua, ad esempio forni di cottura, si effettua di norma a secco. La pulizia con liquidi si effettua invece in aree di produzione molto sporche che presentano accumuli di paste alimentari e residui di grassi e di vetro e su macchine e impianti impermeabili all'acqua.

I detergenti per il settore alimentare sono soggetti ai criteri di omologazione secondo NSF A1. I detergenti contenenti solventi da impiegare all'esterno del settore di produzione di alimenti, ad esempio per eseguire i lavori di manutenzione preventiva e ordinaria, sono certificati secondo NSF K1 o K3.

Lubrificanti speciali OKS per la tecnologia alimentare

Per tutti i campi di impiego nella tecnologia alimentare, OKS dispone dei lubrificanti giusti per il funzionamento degli impianti conforme alle leggi. I lubrificanti speciali, i prodotti chimici industriali per la manutenzione e i detergenti OKS contribuiscono ad aumentare la sicurezza di processo e gli intervalli di manutenzione, a prevenire avarie e ad accrescere l'efficienza delle macchine e degli impianti.

Troverete una selezione di lubrificanti NSF H1 o H2 e di detergenti NSF A1 o K1/K3 per l'impiego nell'industria dei prodotti da forno nell'area Downloads, nel prospetto pieghevole contenente la tabella per la scelta "Lubrificanti speciali per l'industria dei prodotti da forno".

Per massimizzare la sicurezza di processo e per i consumatori, nessun altro campo di applicazione dei lubrificanti è altrettanto disciplinato da un completo insieme di leggi come l'utilizzo di materiali di esercizio e ausiliari nella produzione e trasformazione di alimenti.

Per ulteriori domande sui lubrificanti per l'industria alimentare si prega di rivolgersi al nostro servizio di assistenza tecnica.

Indietro alla panoramica
  • Fissare un appuntamento

  • Servizio assistenza clienti e tecnico

    Servizio assistenza clienti e tecnico

    • +49 (0) 8142 3051 - 637